Non più digital divide, Bbbell alla conquista delle aree bianche per una maggiore uguaglianza

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

La rete internet mai come in questo periodo di pandemia si è rivelata una preziosa alleata per mantenere in vita una parte dell’attività produttiva del Paese e ridurre le distanze tra la collettività. Tuttavia d’altra parte ha messo in luce e acuito le disuguaglianze sociali.

La fibra ottica raggiunge infatti solo essenzialmente le grandi città mentre le aree fuori dai grossi centri abitati o le zone dell’entroterra vivono una situazione di forte disagio e digital divide che rischia di bloccare molte realtà produttive e non solo. L’unica tecnologia in grado di raggiungere le cosiddette aree bianche è quella wireless, come quella fornita per esempio da BBBell o da altri operatori.

Il governatore ligure Giovanni Toti ha predisposto il ritorno alla didattica a distanza da lunedì 8 marzo fino almeno a venerdì 12 per tutte le scuole superiori liguri. La dad in particolare ma anche lo smart working e non solo quanto guadagnano in termini di qualità da una buona fibra ottica? Come cambia il ritmo e il modo di lavorare da questo punto di vista?

Ne parliamo su Babboleo News – Cosa succede in Liguria con Simone Bigotti Amministratore delegato di Bbbell che spiega il modus operandi dell’azienda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo