Pronto soccorso al collasso, l’allarme di Fials: “Pazienti costretti a stare sulle barelle per tre, quattro giorni di seguito”

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Un grido d’allarme che si leva e arriva direttamente dalla Fials, la Federazione Italiana autonomie locali e sanità, e che denuncia una condizione oramai ingestibile e al collasso nella gestione dei pazienti covid che accedono ai pronto soccorso del Policlinico San Martino e dei principali nosocomi genovesi. “Stazionano sulle barelle, per giorni, circa 80/100 pazienti a cui non si trova una decorosa e necessaria sistemazione con un ricovero in un reparto attrezzato covid e che sono costretti a rimanerci anche per quattro giorni prima di essere trasferiti in camera”, questa la denuncia di Edmondo Iannuzzi, segretario sindacato Fials ospedale Policlinico San Martino di Genova. La richiesta è chiara, senza giri di parole: “Abbiamo bisogno di maggiori reparti covid all’interno degli ospedali, ma a questi si aggiunge l’urgenza di trovare nuovo personale che supporti chi già lavora per ore e ore senza tregua”. Ascolta l’intervista completa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, eventi, spettacoli: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive solo per gli iscritti alla Newsletter Babboleo!

Iscriviti Ora, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo