“Rileggere Liala e le sue trame”: Francesco Dario Rossi racconta il suo libro – Babboleo

“Rileggere Liala e le sue trame”: Francesco Dario Rossi racconta il suo libro

Condividi questo Post

Lo scrittore sestrese ha dato voce alla nota autrice di romanzi rosa Liala, percorrendo la sua vita e la sua arte, nel suo nuovo libro “Rileggere Liala e le sue trame”

Amalia Liana Negretti Odescalchi, nata a Como nel 1897 e vissuta a Moneglia, in arte Liala, è stata la penna delicata in un’Italia fascista, in grado di aprire una porta sul mondo fiabesco dell’immaginario femminile di quegli anni. Non solo: i suoi romanzi, pregni di quell’emancipazione tanto auspicata, raccontavano l’amore dei sogni, concedendo una via di fuga alle donna dalla quotidianità, talvolta opprimente.

I numeri parlano chiaro: l’unica autrice in Italia, a quei tempi, a vendere più di 10 milioni di copie, a dimostrazione del suo talento nel narrare storie intime, fresche, leggere come battiti di farfalla. Francesco Dario Rossi, scrittore e docente di materie umanistiche, racconta tutto questo nel suo nuovo libro intitolato “Rileggere Liala e le sue trame”, pubblicato da De Ferrari. “Leggendo Liala, le ragazze del XXI secolo, come le loro nonne e bisnonne, possono tornare a sognare, oltre il “tutto e subito” dei social media e dell’essere sempre connessi e on line” – racconta l’autore.

Il libro si può acquistare su Amazon o sul sito della casa editrice De Ferrari.

Ai nostri microfoni, Francesco Dario Rossi ci fa rivivere Liala nelle sue parole, raccontandoci il suo nuovo volume.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo