Rina, accordo con i sindacati per lo smart working: è il primo in Italia

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Un’intesa storica sullo smart working tra un’azienda genovese (ormai internazionale) e i sindacati di categoria, destinata a fare scuola in Italia e nel mondo.

Il Rina, azienda di certificazione e consulenza ingegneristica in diversi settori, dall’energia ai trasporti, ha firmato con Filt-Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti Uil, un accordo sullo smart working, il primo nel settore, che riguarda oltre 1.600 dipendenti in Italia e potrebbe essere esteso anche negli altri 70 paesi in cui è presente. Fino a 12 giorni al mese di lavoro da remoto, con “diritto alla disconnessione”, cioè di gestirsi autonomamente i tempi garantendo le otto ore all’interno della fascia 7-20, staccando computer e telefono quando non si lavora.

L’accordo scatterà al termine dello stato di emergenza da Covid-19: l’obiettivo è quello di coniugare in maniera vincente lo smart working e in lavoro in presenza, nel segno della flessibilità. Claudia Filippone, responsabile delle relazioni istituzionali, della comunicazione e delle risorse umane del gruppo RINA…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo