Rinvio Euroflora, Ferrando: “Quella del 2022 sarà l’edizione della rinascita”

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

A causa della permanenza delle condizioni di emergenza dovute al Covid-19, è stato necessario spostare Euroflora all’anno venturo. Slitterà quindi al 2022: dal 23 aprile all’8 maggio 2022. A settembre, invece, si terrà una giornata dedicata alla promozione internazionale del florovivaismo.

Dopo un’interlocuzione con il Comitato Tecnico Scientifico, Porto Antico di Genova SpA (società organizzatrice dell’evento), in accordo con il Comune di Genova, ha optato per questa soluzione che tutela i rischi di espositori e visitatori.

Mauro Ferrando, presidente del Porto Antico di Genova SpA, commenta così la decisione su Babboleo News: “Ci siamo dovuti arrendere prima di essere troppo avanti per tornare indietro. Abbiamo rinunciato con rammarico in quanto abbiamo ricevuto grande adesione da parte delle varie regioni italiani e anche dall’estero. Euroflora, infatti, è una delle poche fiere di carattere internazionale riconosciuta pubblicamente tale”.

“Tutto il lavoro svolto finora non sarà un lavoro buttato” prosegue Ferrando. “Sarà un lavoro che verrà ripreso ed ulteriormente considerato e migliorato. L’edizione del 2022 ci consentirà di godere delle bellezze della natura senza mascherine o limitazioni varie”.

Ascolta l’intervista completa a Mauro Ferrando, presidente di Porto Antico di Genova SpA:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo