Tragedie storiche passate fanno riflettere sull’oggi, al via alla XVI edizione di “Segrete Tracce di Memoria” – Babboleo

Tragedie storiche passate fanno riflettere sull’oggi, al via alla XVI edizione di “Segrete Tracce di Memoria”

Condividi questo Post

Dopo il traguardo della XV edizione, oggi – martedì 9 gennaio – a Palazzo Ducale in Sala Dogana, verrà inaugurata la rassegna d’arte contemporanea “Segrete- Tracce di Memoria. Alleanza di artisti in memoria della Shoah“, la più significativa rassegna d’Arte contemporanea dedicata in Europa al ricordo della Shoah con l’obiettivo di tenere vivo nella psiche di ogni individuo il ricordo di questi tragici eventi storici.

Racconta ai microfoni di Radio Babboleo, Virginia Monteverde, la curatrice del progetto, “la rassegna attua riflessioni sul comportamento umano attuale, connesso al tema di tutte le guerre.”

Per queste tematiche, l’edizione del 2024 di Segrete non avrà luogo solamente sul territorio genovese, ma ci saranno varie mostre “diffuse” con interventi in molteplici sedi in Italia e in Europa. La rassegna adempierà nei seguenti territori: Amsterdam, Monaco di Baviera, Milano, Genova. In tutte queste location, gli eventi saranno caratterizzati dalla presenza di numerosi interventi di artisti, scrittori e poeti chiamati ad esprimere propri pensieri al fine di commemorare l’argomento, senza dimenticare gli orrori del contemporaneo.

Gli artisti della XVI edizione di Segrete Tracce di Memoria saranno: Luis Carrera-Maul (Città del Messico-Berlino), Costantino Ciervo (Berlino), Inés Fontenla, (Argentina-Roma), Tanya Hirschfeld (Monaco di Baviera), Silvano Rubino (Venezia), Gianni-Emilio Simonetti (Laveno Mombello, Varese).

Quest’anno per la indisponibilità della sede storica della rassegna, l’antica prigione della Torre Grimaldina, interessata da lavori di ristrutturazione, la mostra sarà ospitata nella Sala Dogana del Palazzo Ducale, con ingresso da piazza Matteotti. L’inaugurazione martedì 9 gennaio, con libera apertura delle proprie porte ai fruitori interessati nella fascia oraria compresa tra le 15:00 e le 18:30; inoltre saranno svolti incontri in mattinata e su prenotazione per le scuole a scopo educativo.

All’interno della mostra ci sarà una primissima parte correlata con il progetto giovani “Arte e memoria: generazioni a confronto” , sempre il 9 gennaio alle 18.00 in Sala Dogana con due gruppi di artisti: Christine Laprell, Ursula Steiner, Rosa Quint, a cura di Patrizia Sommella. Per concludere, ci saranno ulteriori 2 mostre: la prima il 10 gennaio alle 11.00 presso la Biblioteca Universitaria in via Balbi, in cui sarà presentata
Realtà Residuale, installazione di Lorenzo Ramos a cura di Olga Bachschmidt e la seconda l’11 gennaio alle 17.30 alla Casa del Mutilato, in corso Aurelio Saffi 1, Ombre, installazione di Luca Pianella a cura di Matteo Lenuzza.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo