Addio alla spiaggia libera di San Fruttuoso di Camogli: Selena Candia si oppone all’ennesima privatizzazione

Privatizzare la spiaggia davanti all’Abbazia di San Fruttuoso di Camogli, questa la decisione della Giunta del Comune di Camogli che con un bando affiderà l’iconica spiaggia ligure a un privato, con un concessione annua di 3mila euro.

“Il canone è ridicolmente basso rispetto a quanto si potrebbe guadagnare in una zona così bella – ha dichiarato Selena Candia, consigliera regionale della Lista SansaCome Lista, stiamo facendo il possibile per opporci all’ennesima privatizzazione delle coste e delle spiagge liguri, che ricordiamo sono un bene a cui tutti dovremmo avere accesso”.

Analoga la condizione della Baia del Silenzio di Sestri Levante che, pur non venendo affidata a soggetti privati, diventerà a pagamento.

La bigliettazione delle due spiagge va in contrapposizione con la legge regionale, secondo cui tutti i comuni costieri della Liguria devono avere almeno il 40% di spiaggia libera. Tuttavia, più di 20 comuni costieri liguri su 63 non rispettano la legge, in alcuni casi raggiungendo addirittura l’80% di spiagge private.

“Bisognerebbe far rispettare la legge regionale e seguire la direttiva europea Bolkestein, che da diversi anni chiede a tutti i comuni italiani di rimettere a bando le concessioni balneari – ha continuato Selena Candia – In questo modo si darebbe maggiore spazio al pubblico e alle spiagge libere attrezzate”.

L’intervista integrale alla consigliera regionale della Lista Sansa Selena Candia su Radio Babboleo.