campagna amica – Babboleo

campagna amica

Nel Cuore del centro storico di Genova, il primo mercato contadino al coperto della Liguria

Un mercato contadino nel cuore della città per scoprire le eccellenze del territorio ligure e promuovere la riqualificazione del centro storico.

Mancano ormai pochi giorni all’apertura ufficiale del Mercato Campagna Amica di Via del Campo. Il percorso, lungo oltre un anno, portato avanti da Coldiretti e sostenuto dal Comune di Genova e da Città Metropolitana, raggiungerà il traguardo dell’inaugurazione venerdì 2 febbraio in Via del Campo 9 rosso, con il taglio del nastro insieme all’Assessore Paola Bordilli, la benedizione dell’Arcivescovo di Genova Marco Tasca, e la conferenza stampa con annesso aperitivo contadino.

Sabato 3 febbraio, invece, Via del Campo si vestirà a festa per una giornata dedicata alla cittadinanza con apertura straordinaria del mercato sino alle 18:30.

Street Food, musica, dj set, degustazioni e la speciale partecipazione del Birrificio Altavia, per una giornata all’insegna del divertimento e del buon cibo.

Sarà solo l’inizio,” commenta il Presidente di Coldiretti Genova, Luca Dalpian. “Si tratta del primo mercato coperto contadino di tutta la Liguria in cui piccoli produttori locali si riuniscono per offrire in vendita diretta le proprie eccellenze, in una cornice simbolica e unica nel suo genere: Via del Campo.

Dal pescato del mar Ligure alla verdura di stagione, dai formaggi delle nostre valli ai migliori tagli di carne, dall’olio taggiasco al vino artigianale; passando per il pesto fresco, lo zafferano, il miele, le uova, la frutta e il basilico genovese DOP. “Nelle otto vetrine di Via del Campo hanno trovato casa una decina di produttori, tutti rientranti nel circuito di Campagna Amica. Da questo weekend in poi, tutti i venerdì e sabato la cittadinanza potrà scoprire le eccellenze della regione Liguria in un unico spazio coperto”, commenta Dalpian.

Il progetto a tema food rientra in una rete di azioni volte alla riqualificazione del centro storico e dei suoi più caratteristici caruggi. “L’obiettivo è unire al commercio l’informazione e la cultura,” commenta Paolo Campocci, Direttore di Coldiretti Genova. “Per questo per noi è fondamentale il dialogo con le associazioni che operano nel territorio; organizzeremo eventi culturali che promuovano l’educazione al buon cibo e una didattica all’alimentazione, alla sostenibilità e all’importanza di una filiera corta e controllata,” spiega.

Il Mercato di Campagna Amica è il primo nel suo genere in Liguria, sarà gestito direttamente dai produttori che si alterneranno ai banchi e sarà aperto tutti i venerdì e sabato dalle 8 alle 15.

Giornata nazionale contro lo spreco alimentare: “oltre il 30% del cibo viene buttato”

Oggi, 5 febbraio, si celebra la X giornata nazionale contro lo spreco alimentare, appuntamento che cerca di sensibilizzare l’opinione pubblica in materia di sperpero di cibo. Solo nel 2020 gli italiani hanno buttato 27 chili di cibo a testa, oltre il 30% del cibo prodotto. Questi i dati diffusi da Coldiretti Liguria che promuove l’acquisto consapevole di prodotti del territorio, aiutando così sia la salute che i produttori.

Attraverso i mercati di Campagna Amica facciamo arrivare quasi a 0 lo spreco attraverso un acquisto consapevole, azzerando il cibo perso, ossia quello che non riesce ad arrivare neanche sulle tavole, oltre al cibo sprecato in casa” – racconta ai microfoni di Radio Babboleo Gianluca Boeri, Presidente di Coldiretti Liguria – “i nostri cuochi di Campagna Amica consigliano anche dei piatti che vanno a riutilizzare gli scarti per ottimizzare al massimo quella che è la nostra spesa”.

Ad oggi il 14% del cibo totale prodotto viene perso, ossia viene buttato dopo la raccolta o la macellazione, prima ancora di raggiungere le nostre case. Raggiunge il 17%, invece, il cibo sprecato, ossia tutti quegli alimenti che vengono sperperati dal fruitore prima di essere consumati, cifra che nel 2019 avrebbe raggiunto quota 913 tonnellate.

I nostri cuochi di Campagna Amica consigliano numerosi piatti che vanno a riutilizzare gli scarti per ottimizzare al massimo quella che è la nostra spesa – aggiunge Boeri – molti dei piatti tradizionale della cultura ligure hanno origine proprio dall’esigenza di non sprecare cibo“.

L’obiettivo 12.3 dell’Agenda Onu infatti parla della necessità di dimezzare lo spreco alimentare entro 2030, un obiettivo importantissimo per il cui raggiungimento però dobbiamo dare tutti la nostra parte. Proprio qui si inseriscono le iniziative di Coldiretti Liguria e Campagna amica parte di reti per il recupero delle eccedenze sui mercati, attraverso iniziative che permettono di salvare il cibo, magari in scadenza nei supermercati o invenduto nel corso della giornata, per le attività più piccole.

Ascolta qui l’intervista integrale a Gianluca Boeri, Presidente Coldiretti Liguria