donne – Babboleo

donne

“Bimbi in Salute” e “La salute in Talk”: tutto per la prevenzione e la cura dei bambini

Sabato 29 giugno l’inaugurazione del nuovo ambulatorio “Bimbi in salute” pediatrico promosso da SYNLAB Baluardo: un centro specifico per i pazienti dai 0 ai 16 anni grazie alla messa a disposizione di due nuovi professionisti del settore il Dottor Campone, neonatologo presso l‘ospedale Gaslini e il Dottor Creta, pediatra di libera scuola.

Entrambi daranno vita a questo ambulatorio pediatrico che prenderà vita ogni sabato mattina, giornata in cui le famiglie e i più piccoli sono più liberi e spesso si registra una carenza assistenziale” – spiega il Dottor Silvio Del Buono, direttore sanitario del Baluardo -“Noi ci poniamo al servizio degli utenti, fornendo una nuova possibilità con meno affollamento“.

Insieme al centro il via anche a un ciclo di incontri dal titolo La Salute in un Talk nato con l’intento di informare maggiormente riguardo alla prevenzione e alle cure mediche dedicate ai bambini. Il primo incontro sarà sempre sabato 29 giugno dalle ore 11:00 alle ore 13:00. “Nell’ambito dell’attivazione di questa nuova attività, avremo anche un nuovo corteo di specialisti che si metteranno a disposizione nell’area pediatrica, in particolare tutta la diagnostica per immagini, oculisti, allergologhi, cardiologi, la medicina dello sport, la dermatologia“.

Tutto ciò sarà inserito all’interno di un progetto di più ampio respiro che avrà inizio nel mese di settembre: un nuovo poliambulatorio specialistico, dedicato in modo particolare alla cura della donna e di bambini.

Di seguito l’intervista Dottor Silvio Del Buono e il link al sito del nuovo progetto.

“Donne domani”, a Genova quattro donne a confronto per parlare di eccellenza femminile

Martedì 26 marzo alle ore 17:00 presso il Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi, l’evento ‘Donne Domani‘ organizzato dall’associazione Genova Domani.

Quattro eccellenze femminili appartenenti a quattro periodi storici diversi, ma anche ambiti differenti a raccontarsi in un confronto ponendo al centro l’essenzialità della partecipazione femminile durante tutto il percorso della propria storia mettendo la propria conoscenza a disposizione delle nuove generazioni nell’intraprendere strade complesse senza scoraggiarsi, la Dott.ssa Maria Teresa Bonavia Presidente della Corte d’Appello di Genova, la Prof.ssa Paola Girdinio Preside della Facoltà di Ingegneria di Genova, la Dott.ssa. Nicola Gerber Maramotti, Max Mara Consumer Channels Director, l’ing. Giulia Napolitano, business Developer Enterprise & Public Administrator in Cellnex Italia SpA.

“Questo evento vuole valorizzare le grandi risorse, nel caso di specie al femminile, che abbiamo a disposizione e far sì che le nuove generazioni possano trovare rassicurazione in loro ed immedesimarsi in modelli positivi e di successo” – spiega la presidente dell’associazione Genova Domani Barbara Grasso – “Questo primo evento è tutto al femminile perché volevamo festeggiare con un sorriso il mese della donna. Sono in cantiere molti altri eventi rivolti alla nostra città su diversi temi.”

Anche le donne delle fiabe festeggiano l’8 marzo

L’appuntamento “Bambine, donne e principesse nelle fiabe di ieri e oggi” per domani ore 17:00 all’Auditorium San Francesco di Chiavari

CHIAVARI – “Le fiabe popolari veicolano valori, credenze, mentalità e stereotipi della cultura che le ha generate, oggi alla luce di una differente sensibilità e concezione della donna si tende a decostruire i pregiudizi” – e così dalla Cenerentola degli anni ’50, affaccendata nei lavori domestici e desiderosa di trovar marito, si passa a Belle del ’94, di “La bella e la bestia”, principessa ancora vezzosa e bramosa del “vero amore”, ma stavolta anche istruita. Poi l’ironica e sgraziata Fiona, la principessa-orco esperta di arti marziali del film “Shrek” del 2001.

Ne abbiamo parlato a Radio Babboleo con Angelo Nobile, docente di Letteratura per l’Infanzia all’Università di Parma, che sarà ospite assieme a Carla Ida Salviati, giornalista e studiosa della fiaba, domani, venerdì 8 marzo alle 17:00 presso l’Auditorium San Francesco di Chiavari, per ripercorrere le vesti che la “figura femminile” ha portato in decenni di “fiabe, lungometraggi e filmografia” fino ad arrivare ad oggi.

La fiaba si è ribaltata: c’è chi dice che il “politically correct” l’abbia messa sotto accusa. I lupi non mangiano i bambini, la bella e la bestia è sessista, lo scopo della vita non è trovare il principe azzurro e il film “Mary Poppins” contiene un “linguaggio discriminatorio”. Questo non esclude però le insidie della “vecchia scuola” delle fiabe: “più che la passività e subalternità della fiaba nelle narrazioni del passato” – puntualizza Nobile – “è da lamentare il motivo misogino: basti pensare alla matrigna”.

Le odierne riscritture rappresentano eroine intraprendenti, ribelli a convenzioni e consuetudini, arbitre del loro destino. Dall’altra parte, la figura maschile è apostrofata con epiteti inferiorizzanti” – spiega Nobile – “Invece, servirebbe un equilibrio”.

Ascolta qui l’intervista integrale al professor Angelo Nobile.

Tre gusti ad hoc per tre gelaterie genovesi per la Giornata Internazionale della Donna

Nuovi gusti di gelato dedicati alla Giornata Internazionale della Donna, questa l’iniziativa della nuova edizione di Stile Artigiano, organizzata da Confartigianato e Pari Opportunità di Regione Liguria, per dimostrare che anche un semplice gesto, come mangiare un gelato, può diventare un’occasione per riflettere sull’importanza e il significato dell’8 marzo. Tre le gelaterie liguri aderenti all’iniziativa: Viganotti, Capriccio e La Cremeria delle Erbe.

Creare un gelato che associa la figura della donna al concetto di meraviglia, questa la linea guida di Stile Artigiano. Viganotti ha presentato “Val d’Oro e Ibisco”, una selezione di agrumi e un infuso di tè rosso e ibisco, un viaggio nel gusto dalle soleggiate terre del Sud alle vette delle Dolomiti. La gelateria Capriccio ha proposto “Women”, un sorbetto di mirtilli e spumante con variegatura al passion fruit e buccia di limone grattuggiata. “Primavera in rosa” è invece il gusto presentato da La Cremeria delle Erbe, un semifreddo striato con purea di frutti di bosco, decorato con pan di spagna e unito alla polvere di barbabietola.

“Sperimentiamo per la prima volta questa iniziativa a Genova e auspichiamo di portarla avanti nel 2025 in tutto il territorio ligure”, dichiara Simona Ferro, l’assessore alle Pari Opportunità di Regione Liguria. I tre gusti di gelato, accomunati dal mix sapiente di ingredienti differenti a simboleggiarne la ricchezza, accendono i riflettori sulla parità di genere e la necessità di costruire una società sempre più inclusiva. “I gusti sono associati alla meraviglia, intesa non come fattore estetico, ma come insieme di grandi valori che le donne racchiudono, come madri, compagne e amiche”, continua Simona Ferro.

L’edizione di Stile Artigiano affianca le iniziative già messe in atto da Regione Liguria in occasione della Giornata Internazionale della Donna, quali “Verso il tempo delle donne“, tre serate dal 6 all’8 marzo al Teatro della Gioventù organizzate dal Corriere della Sera, e “Un caffè per le donne“, una serie di incontri e dibattiti pubblici portati avanti da Simona Ferro nelle piazze delle province liguri.

Tutte le informazioni e i dettagli sull’iniziativa di Stile Artigiano sono disponibili su www.confartigianatoliguria.it.