galatamuseodelmare – Babboleo

galatamuseodelmare

Genova-San Francisco, al Museo del Mare la mostra sulle grandi migrazioni italiane

“L’Italia che partiva. Via mare verso l’America”, la mostra di Giovanni Cerri da domani – giovedì 14 marzo- fino al 14 aprile al Galata Museo del Mare di Genova. Curata dalla storica dell’arte Barbara Vincenzi, un viaggio nel passato, tra il 1876 e il 1925, quando più di sei milioni di italiani lasciarono il paese per raggiungere gli Stati Uniti in cerca di fortuna.

Gente povera, umile, come braccianti, operai, badanti, facchini, lustrascarpe, venditori ambulanti, che si imbarcarono nei porti di Genova, Napoli, Palermo e Messina, ben consapevoli che non sarebbero più tornati in patria, rappresentati in una selezione di venti opere evocative datate 2023 e realizzate in tecnica mista su tela o tavola.

20 opere evocative – frutto di un lavoro di studio e raccolta di immagini, documenti, fotografie e cartoline – a raccontare porti come quello di Genova e San Francisco da cui partivano migliaia di persone in cerca di una vita migliore, esplorando la memoria collettiva di un’epoca caratterizzata da profonde trasformazioni sociali e culturali. Una narrazione in bianco e nero dalla quale spicca per colore e dimensioni “il viaggio“: quadro senza telaio come fosse una vela di una nave, che attraverso macchie di colore rappresenta l’incertezza del viaggio.

Il progetto nasce insieme al museo Italo Americano di San Francisco per dare una suggestione di questa che è stata parte della nostra storia e memoria” – ha raccontato l’artista Giovanni Cerri – “volti, navi, mare, porti e saluti tra persone che probabilmente non si sarebbero mai più riviste”.

Ascolta qui l’intervista integrale ai microfoni di Radio Babboleo con Giovanni Cerri e Barbara Vincenzi

Il Galata e il sommergibile Nazario Sauro sono pronti a salpare!

Riapre le porte al pubblico il più grande museo marittimo del Mediterraneo. Da giovedì 11 febbraio il Galata Museo del Mare e il sommergibile Nazario Sauro tornano ad essere visitabili per due giorni alla settimana, il giovedì e il venerdì dalle ore 11 alle ore 18 con ultimo ingresso alle ore 17.

Gli amanti del mare potranno così tornare a compiere l’esperienza di un viaggio attraverso gli Oceani e salire a bordo delle diverse imbarcazioni ricostruite a grandezza reale utilizzate da marinai e capitani dal ‘600 ad oggi.

Un’esperienza che per i giovanissimi sarà “stratopica” grazie al percorso tematizzato in 15 tappe che vede il topogiornalista Geronimo Stilton accompagnare i bambini alla scoperta del mare e della navigazione.

Nelle giornate di giovedì 11 e venerdì 12 febbraio, il personale del museo offrirà in modalità continuativa al pubblico in sala un approfondimento guidato sulla Galea. Uno storytelling basato su aneddoti e curiosità di schiavi, forzati e buonavoglia impegnati a “vogare” in una galeotta della Repubblica di Genova.

Per garantire il corretto distanziamento durante la visita, è stata predisposta un’apposita segnaletica fuori dal Museo e all’ingresso e un accesso contingentato con il supporto dello staff di accoglienza. Dispenser con gel disinfettante sono a disposizione nella hall del Museo, così come a ogni piano del percorso. La mascherina sarà da indossare obbligatoriamente per l’intera durata della visita.

Per Info, tariffe e prenotazioni. https://www.galatamuseodelmare.it/dall11-febbraio-il-galata-e-pronto-a-salpare/