maculopatia – Babboleo

maculopatia

Giornata mondiale della vista: “liste d’attesa troppo lunghe in Liguria, necessità di cure immediate”

Si celebra oggi – giovedì 12 ottobre 2023 – la giornata mondiale della vista. Appuntamento nato su iniziativa dell’OMS e dell’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità (IAPB) con l’obiettivo di accendere i riflettori sull’importanza della prevenzione e dello screening per individuare eventuali malattie visive croniche.

Alcune patologie dell’occhio se non diagnosticate in tempo creano danni molto gravi come ipovisione grave o addirittura cecità” – racconta ai microfoni di Radio Babboleo il membro della direzione nazionale IAPB Giorgio Ricci – “oggi le nuove cure permettono di affrontare la malattia, ma la chiave di volta è la diagnosi precoce” Fondamentale quindi sensibilizzare la cittadinanza e le istituzioni verso l’emergenza delle lunghe liste d’attesa per la prima visita e la presa in carico del paziente. Bastano alcuni mesi per rendere inutili le cure”.

Maculopatia, presidente dell’associazione regionale Massimo Ligustro: “Servono più ambulatori per poter curare la malattia”

Solo in Liguria sono settemila i malati di maculopatia, patologia invalidante che colpisce la parte centrale della retina, causando la perdita della porzione centrale della vista. La maculopatia si cura tramite un’iniezione al bulbo oculare che porta alla riacquisizione della visione originale, rasentando una vista normale. Purtroppo queste iniezioni non sono la guarigione, ma sono un trattamento che, se interrotto, riporta nella posizione di non vedere bene.

Portavoce da anni delle problematiche causate da questa malattia è Massimo Ligustro, presidente del comitato Macula, che insieme ai medici della clinica oculistica dell’ospedale policlinico San Martino di Genova, pone l’attenzione sulla lunga attesa necessaria per ricevere i trattamenti necessari e richiede più ambulatori per poter ricevere l’iniezione necessaria, che permette di tornare alla vista per un periodo di tempo.

“Le lunghe liste d’attesa portano ad avere questi trattamenti troppo distanti nel tempo, quindi non vediamo bene, peggioriamo e lo stesso buon risultato del trattamento viene inficiato da questa attesa. Noi abbiamo bisogno di ridurre questa attesa, abbiamo bisogno di essere curati nei tempi che le case farmaceutiche impongono”, afferma il presidente dell’associazione Macula Massimo Ligustro.


“Per poter fare questo noi abbiamo bisogno di uscire dalle sale operatorie comuni, che sono congestionate da altre patologie e avere accesso al nostro trattamento in una maniera più facile ed economicamente più vantaggiosa”, prosegue Ligustro.

In Europa esistono già ambulatori protetti, ‘clean room‘, che producono una purificazione dell’aria e un abbattimento della carica batterica. “Non chiediamo altro che il nostro Paese si adegui alla normativa europea e che nessuno si ponga di mezzo tra noi e le cure, con il solo obiettivo di abbattere i costi. Solo andando in questi ambulatori possiamo avere tutti accesso alle cure“, chiosa il presidente.

Ascolta l’intervista completa a Massimo Ligustro, presidente associazione Macula Liguria.

“SOS Macula”: nasce a Genova il nuovo servizio per i pazienti affetti da maculopatia

Nasce a Genova il nuovo servizio “SOS Macula” per tutti i pazienti affetti da maculopatia e retinopatia. il servizio è attivo per tutto il territorio nazionale e si pone l’obiettivo di ascoltare le esigenze dei pazienti, soprattutto da quando la crisi pandemica ha rallentano la cura di questa grave malattia della vista. E’ possibile accedere al servizio telefonando al numero 3755378678 dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 14, o scrivendo all’indirizzo info@comitatomacula.it . Ne abbiamo parlato con Massimo Ligustro, presidente comitato Macula.

Massimo Ligustro – Macula