mostra – Babboleo

mostra

Symbiotic places, la mostra che unisce natura e cultura

GENOVA – Sarà visitabile fino al 12 aprile a Genova la mostra Symbiotic places firmata Araikè Treccani Da Silva. L’artista italo-brasiliano, genovese d’origine e che lavora a Berlino, presenta una raccolta di sculture, incisioni e dipinti. Un’occasione per riflettere sul rapporto tra natura e cultura in ambito artistico.

Nei suoi lavori Araiké evoca paesaggi abbandonati, dove la vegetazione ha preso il sopravvento. In diverse opere gli alberi attraversano gli edifici sostituendo i tradizionali pilastri in una simbiosi che suggerisce un diverso rapporto tra natura e architettura. L’artista riflette molto sul significato dell‘esistenza in relazione all‘ambiente, proiettando lo sguardo verso l’avvenire.

Ingresso libero dal mercoledì al sabato dalle 16.30 alle 19.30, o su appuntamento, a Spazio Lifeevents, Via Dei Giustiniani 37-39 r, Genova.

ArteGenova, torna la mostra d’arte moderna e contemporanea

Da oggi fino al 18 febbraio torna la 18^ edizione di ArteGenova al Padiglione Jean Nouvel della Fiera di Genova presentata da Nord Est Fair, società leader nell’organizzazione di fiere d’arte e d’antiquariato in diverse città italiane. Genova si è sempre dimostrata sensibile all’arte moderna e contemporanea, a dimostrarlo la presenza nel capoluogo ligure di numerose gallerie d’arte.

ArteGenova rappresenta una vetrina internazionale in cui spiccano le grandi firme che hanno fatto la storia dell’arte del Novecento, portate da 85 gallerie di altissimo livello giunte da quasi tutte le regioni italiane, fino ad approdare all’arte di attualità e alle inedite sperimentazioni degli artisti contemporanei. I giorni della mostra saranno all’insegna della cultura e dell’investimento nell’arte attesi ogni anno da un numero considerevole di operatori, visitatori, investitori e collezionisti provenienti da tutta Italia e dall’estero.

“ArteGenova si ripropone al pubblico sempre con interessanti opere d’arte di artisti importanti che non rappresentano una galleria d’arte moderna e contemporanea ma più gallerie d’arte moderne e contemporanee” ha dichiarato l’ideatore e curatore della mostra Nicola Rossi.

Ecco le sue parole ai microfoni di Radio Babboleo:

Orari per il pubblico: tutti i giorni dalle ore 10 alle 20. Biglietti e informazioni sul sito www.artegenova.com.

‘Andy Warhol icona pop’ sbarca al Porto Antico di Genova

Dal 19 novembre al 27 marzo i Magazzini del Cotone del Porto Antico di Genova ospiteranno l’esposizione delle opere dell’eclettico Andy Wharol.
In mostra oltre cento opere tra polaroid, serigrafie e preziosi cimeli provenienti dalla collezione privata di Eugenio Falconi per Art Motors, che raccontano in un ambiente suggestionante, l’evoluzione artistica di uno degli artisti più influenti dell’arte contemporanea.

Warhol insegue, raccoglie e rielabora immagini le cui suggestioni permangono nell’immaginario collettivo, frutto di una sapiente mescolanza tra la nascente ‘Popular art‘ e le influenze dada-surrealiste importate dall’Europa grazie alla presenza sul territorio americano di numerosi artisti sfuggiti dalla guerra.

La mostra vuol far rivivere l’ebbrezza dei favolosi anni Sessanta attraverso sezioni interattive e multimediali, musica, citazioni e ambientazioni dai colori psichedelici che accompagneranno il visitatore nel viaggio nel mondo dell’artista di Pittsburgh.
Non ultima la ricostruzione in scala reale della Factory, centro nevralgico delle produzioni artistico-cinematografiche di Warhol, il magico luogo in cui transitarono star, poeti, scrittori e collezionisti in cui il visitatore potrà fisicamente entrare per immergersi nella magia di un luogo denso di arte e vita.

L’esposizione racconta anche il rapporto tra Pop art e musica degli anni dal 1955 e il 1985, svelando come la cultura di massa possa essere veicolata contemporaneamente dalle arti figurative e dal mondo musicale. La pop art coinvolge tutti in questo nuovo mondo figurativo, anche attraverso la diffusione dei mezzi di comunicazione di massa che modificano radicalmente la cultura collettiva, introducendo nella testa di tutti una valanga di immagini, parole e motivetti musicali ripetitivi di amplissima diffusione e dalla fortissima presa.
Andy Warhol racconta questa fase storica nelle sue opere caratterizzate dall’ossessiva ripetizione dell’immagini simboliche dell’epoca: prodotti di largo consumo, star di Hollywood e celebrità della pop music.

Curata da Edoardo Falcioni e prodotta dalla ‘Navigare s.r.l.’, la mostra prevede numerose collaborazioni.
Da segnalare la consulenza artistico musicale di Red Ronnie, il conosciuto giornalista, critico musicale, conduttore televisivo e radiofonico italiano che sarà presente all’Evento inaugurale insieme ad altri artisti di caratura internazionale.