palazzoducalegenova

‘Edipo: io contagio’, al Ducale l’incontro fra tragedia classica e nuova pandemia.

Palazzo Ducale è il contenitore della mostra-spettacolo EDIPO: IO CONTAGIO, ideata da Davide Livermore e nata da un progetto condiviso dal Teatro Nazionale di Genova e la Fondazione per la cultura Palazzo Ducale.

Ambientata in una Tebe devastata da un’inarrestabile pestilenza, la tragedia di Sofocle riflette il periodo storico che stiamo vivendo attraverso un percorso suddiviso in diverse imponenti scenografie dove sei performer, ciascuno chiuso in un box trasparente, restituiscono frammenti del primo atto dell’Edipo Re di Sofocle.

Vengono così evocate mogli e madri che piangono mariti e figli, una comunità che si interroga sulla responsabilità dell’uomo nel disastro, capi di stato che cercano salvezza per il proprio popolo.

Un progetto che vuole riaffermare con forza l’importanza della cultura teatrale in tempo di crisi e della tutela di attori e maestranze, nel momento in cui i teatri si sono trovati a dovere chiudere al pubblico per la seconda volta in pochi mesi.

L’arte deve esistere e resistere” afferma il Direttore del Teatro Nazionale di Genova Davide Livermore. Ecco la sua presentazione della mostra.

Edipo-Io contagio si potrà visitare virtualmente attraverso una serie di video realizzati apposta e condivisi prossimamente sui canali del Teatro e di Palazzo Ducale.

‘Genova e il giornalismo’, incontro online con Andrew Spannaus

Non si ferma e prosegue on line la rassegna Genova e il Giornalismo, promossa da Teatro Nazionale di Genova e Fondazione per la Cultura Palazzo Ducale Genova in collaborazione con Giglio Group. Il terzo incontro, in programma giovedì 29 ottobre alle ore 17, vedrà protagonista il noto giornalista e analista americano Andrew Spannaus che per primo previde la svolta populista negli Stati Uniti e la vittoria di Donald Trump.

Spannaus presenterà anche il suo nuovo libro L’ America post globale. Trump, il coronavirus e il futuro che analizza in quali direzioni potrà evolvere la società statunitense dopo il populismo e la pandemia.

L’incontro sarà condotto da Alessandro Giglio, Presidente del Teatro Nazionale di Genova e trasmesso in diretta online sul canale YouTube e sulla pagina Facebook del Teatro (il video resterà disponibile anche successivamente).

I prossimi ospiti di Genova e il giornalismo saranno Osvaldo Bevilacqua, storico autore e conduttore televisivo, il critico musicale Ernesto Assante, il giornalista e conduttore tv Marco Frittella, la giornalista e conduttrice tv Micaela Palmieri, Francesco Borgonovo, autore e commentatore politico televisivo.

www.teatronazionalegenova.it www.palazzoducalegenova.it

Ultimi giorni al Ducale per Obey. Che realizza una storica copertina su ‘Time’

Rush finale a Genova per ‘The art of Shepard Fairey’ la mostra che Palazzo Ducale ha dedicato ad Obey, uno dei più iconici street-artist del nostro tempo. Sarà visitabile sino al 1° novembre. La visita segue i protocolli di sicurezza anti Covid-19 che prevedono il rispetto della distanza interpersonale tra i visitatori, l’accesso alla mostra è consentito a un numero di massimo 60 visitatori all’ora. È obbligatorio l’utilizzo della mascherina e la misurazione della temperatura all’ingresso. Info e prenotazioni su www.palazzoducalegenova.it

Ne frattempo Obey scrive un’altra pagina della sua storia artistica realizzando la copertina del nuovo numero del periodico statunitense ‘Time’ , che per la prima volta nella sua storia sostituisce il nome della rivista con la scritta ‘Vote‘, in riferimento alle imminenti elezioni presidenziali americane, ritenute dai suoi giornalisti un evento destinato a cambiare il mondo.

Michelangelo a Genova, l’arte che rincuora in un momento difficile

La grande arte è tornata protagonista a Palazzo Ducale in un momento difficile per Genova e per l’Italia. Ha preso il via e sarà visitabile sino al giorno di San Valentino, il prossimo 14 febbraio 2021, l’attesa mostra Michelangelo, Divino artista.

Serena Bertolucci, direttrice di Palazzo Ducale, spiega perché la mostra, che segue naturalmente i protocolli di sicurezza anti Covid 19, sia un importante contributo in un periodo così difficoltoso

All’interno della mostra sono eccezionalmente presenti due eccelse sculture in marmo di Michelangelo: la Madonna della Scala del 1490 e il monumentale Cristo redentore di San Vincenzo Martire di Bassano Romano. Il percorso espositivo propone disegni autografi e lettere, rime, e altri scritti originali, conservati per la maggior parte a Casa Buonarroti.

La mostra è visitabile dal martedì alla domenica con orario 10-19. Info e prenotazione biglietti www.palazzoducalegenova,it