sostenibilità – Babboleo

sostenibilità

Jojob: viaggi condivisi, risparmio e sostenibilità. I liguri sono i carpooler che percorrono più chilometri

Oltre 212mila veicoli rimossi dalle strade, quasi 5 milioni di chilometri e 987mila euro risparmiati tra benzina, caselli e parcheggi, evitando l’emissione in atmosfera di 641 tonnellate di CO2. Questi i dati degli spostamenti avvenuti in Italia nel 2023 su un totale di più di 373mila viaggi condivisi.

L’analisi effettuata dall’Osservatorio Nazionale sul Carpooling Aziendale 2024, realizzato dalla società Jojob, ha fotografato l’andamento del carpooling in tutto il territorio italiano, individuando le regioni più virtuose in termini di viaggi, CO2 non emessa e risparmio economico e chilometrico.

Innovativi servizi di carpooling per pendolari per agevolare gli spostamenti casa-lavoro e casa-università. In vetta alle classifica delle tratte più lunghe c’è la Liguria, che registra una media di 47,8 km, seguita da Marche e Umbria. Questo l’obiettivo di Jojob, che registra una maggiore concentrazione al Nord con il 63,9% di viaggi condivisi. Segue il Centro con il 20,6% e il restante 15,5% si distribuisce tra il Sud e le isole. Una modalità di viaggio sicura, comoda e conveniente, dimostrata dalla stima di 2,3 persone a tratta nella stessa auto e dalla percorrenza media pari a 26,6 km.

Jojob coinvolge migliaia di utenti, in particolare studenti e lavoratori. I più numerosi sono i Millenials: il 62% ha infatti tra i 20 e i 39 anni, il 21% appartiene alla fascia tra i 40 e i 49 anni, mentre gli over 50 raggiungono il 17% degli utenti.

“I dati dell’Osservatorio mostrano un andamento importante e confermano come gli italiani apprezzino la mobilità condivisa. Il carpooling è sempre più un’abitudine consolidata per i pendolari, anche a causa dei rincari sulla benzina registrati a partire dallo scorso anno – ha dichiarato Gerard Albertengo, CEO e fondatore di JojobPer continuare a diffondere una mobilità condivisa e sostenibile, è importante che il tessuto imprenditoriale e le comunità territoriali accolgano e favoriscano questa nuova modalità di viaggio che permette di ridurre il traffico e l’inquinamento”.

Nasce ‘Beyond Net Zero’, l’hackathon di ERG a caccia di giovani idee per un futuro sostenibile

“Beyond Net Zero” è un concorso di idee rivolto a studenti universitari, neolaureati e ricercatori, con l’obiettivo di trovare soluzioni innovative e visionarie per un futuro sostenibile. “Invitiamo i giovani a darci un’idea, a darci spunti, suggerimenti sui quali potranno essere basati i driver di evoluzione di un’azienda come ERG nel medio e nel lungo termine“, spiega Luca Brugoli, direttore delle relazioni istituzionali e regolamentari ERG.

L’hackathon nasce dall’esigenza di proporre una visione innovativa della corporate energetica del 2050, declinando i valori fondanti di ERG in uno scenario internazionale in cui l’innovazione tecnologica, ambientale e sociale sono al servizio della sostenibilità. Ed è questa la principale sfida rivolta ai giovani partecipanti, ai quali sarà chiesto di elaborare una visione aziendale basata sui due macro-temi del progetto: quali strategie implementare a fronte delle sfide legate al cambiamento climatico una volta raggiunti gli obiettivi di Carbon Neutrality e la sostenibilità dell’azienda nel prossimo futuro, misurandone l’impatto a livello climatico.

“Vorremo da quì al 2025 raggiungere oltre 20 mila studenti con i nostri progetti di formazione e di informazione sulle fonti rinnovabili e sulla sostenibilità. Questo è il nostro contributo per fare in modo che i temi della decarbonizzazione e della transizione ecologica diventino temi formativi e di costruzione del livello di apprendimento delle nuove generazioni”.

Le iscrizioni sono aperte sino al 20 settembre
Info: https://www.erg.eu/it/

Ai microfoni di Babboleo News Luca Brugoli, direttore delle relazioni istituzionali e regolamentari ERG.