spettacolo – Babboleo

spettacolo

L’antico e il nuovo, la parola e la musica: Uno spettacolo dedicato allo scrittore francese Reynaldo Hahn

Domenica 24 marzo alle 18:00, all’Allience français de genes in occasione della settimana dedicata alla lingua francese e alla francofonia si terrà uno spettacolo dedicato a Reynaldo Hahn, un’importante autore considerato uno dei maggiori scrittori della letteratura mondiale, famoso per la sua potente espressività nella sua originale scrittura e alle minuziose descrizioni del processi interiori, legati al ricordo e al sentimento umano.

L’opera intitolata Reynaldo Hanh-Marcel proust “Atelier des roses” Parigi 1900, racconterà la vita di Reynaldo e parlerà anche del rapporto che l’autore aveva con Marcel Proust:

Reynaldo Hahn nasce a Caracas nel 1874. La mamma è di origine basca, il padre è nativo di Amburgo, di famiglia ebrea olandese, imprenditore di successo che avrà un ruolo fondamentale per la costruzione del Teatro Caracas inaugurato nel 1854 con l’Ernani di Verdi. Reynaldo è l’ultimo di tredici figli ed è l’unico che imbocca la via dell’arte. La famiglia Hahn, caduta in disgrazia a causa del nuovo governo, salpa nel 1878 per l’Europa e si stabilisce a Parigi, dove Reynaldo inizia gli studi musicali, dimostrando grandi abilità sia al pianoforte che nel canto. All’età di otto anni compone la sua prima melodia ed entra nel Conservatorio di Parigi all’età di dieci anni, avendo come insegnanti J. Massenet, C. Gounod. Adolphe Brisson, critico dell’epoca, lo definisce il “Dio delle mélodies” , Matilde Bonaparte, invece nel 1903 lo descrive come il “Musicista della belle époque” e “seducente dagli occhi bruniti di languore”. L’ambiente proficuo per Reynaldo Hahn sono i salotti della Parigi di fine secolo. Lui, vivrà in una Parigi febbrile, vivace, esaltante, intellettuale, spirituale, nervosa, eccitata, briosa, spensierata e totalmente ubriaca di gioia di vivere della Belle Époque.

Ed è proprio nel salotto della pittrice Made-leine Lemaire che Reynaldo Hahn esegue per la prima volta il ciclo Chansons Grises e proprio qui incontrerà, per la prima volta, un giovanissimo Marcel Proust, tra loro due ci fu un rapporto di grande stima, furono amanti e successivamente amici, inoltre, si influenzarono a vicenda nella musica e nella letteratura. E’ proprio attraverso i loro dibattiti e disaccordi che Proust costruirà il suo pensiero musicale e lo infonderà nel suo capolavoro. La Recherche infatti è un viaggio nel tempo e nella memoria che si snoda tra vizi e virtù. Senza dimenticare i molti saggi e poesie di rara bellezza. Con Hahn sarà un’amicizia che durerà fino alla morte di Proust nel 1922, infatti, sarà l’ultimo amico che vedrà prima di morire.

Gli Animaux Formidables domani al Mep di Calvari: “Una serata di aggregazione per vivere ogni aspetto della musica in un modo artistico”

Sabato 24 febbraio 2024, al Royal Mep di Calvari, in programma una delle tappe del Glitter Tour degli Animaux Formidables, usciti da X Factor nel 2023, che si esibiranno in uno stile prettamente garage/fuzz/glam rock.

A curare l’organizzazione è stata la music blogger Linda Dell, produttrice e conduttrice della trasmissione musicale “Sopra un’ottava”.

Una serata che, ai nostri microfoni, Dell definisce “inclusiva”, che si aprirà con gli LSDP – La Società della Paralisi -, band ispirata alla nuova scena post punk britannica e post rock, continuerà con l’esibizione degli Animaux Formidables e si concluderà con un dj set a cura di Officina musicale n.7, a partire dalla mezzanotte.

L’ingresso costerà 15€ compresa una consumazione.

Ascolta intervista con l’organizzatrice Linda Dell

“Il Talento della Malattia” al Teatro Eleonora Duse: Uno Spettacolo Emozionante a Sostegno della Ricerca sul Tumore al Seno

Venerdì 6 ottobre, alle 20.30, al Teatro Eleonora Duse di Genova, andrà in scena “Il Talento della Malattia”, una produzione di Franco Albini Academy in collaborazione con la Fondazione AIRC.

Lo spettacolo, scritto e diretto da Paola Albini e Natalia Piana, si basa sulle testimonianze di quindici donne pazienti oncologiche dell’associazione C6 Siloku e rientra nel ricco programma del Nastro Rosa AIRC, una campagna che dedica l’intero mese di ottobre alla sensibilizzazione sul tumore al seno, promuovendo l’importanza della prevenzione e della ricerca per la cura di tutte le pazienti.

“Il Talento della Malattia” non è un’opera teatrale tradizionale, ma un progetto multidisciplinare che si avvale di parole, immagini, musica e voci fuori campo e che si sviluppa come un percorso di autobiografia narrativa con lo scopo di rompere l’isolamento e la solitudine che la malattia porta con sé.

Attraverso un dialogo aperto con il pubblico, gli autori intendono portare consapevolezza sull’approccio più efficace per sostenere il paziente nel percorso di cura e l’importanza di dare voce alla malattia, raccontandola e condividendola per superare l’isolamento e la solitudine che spesso accompagna questa esperienza.

Il progetto servirà anche a raccogliere fondi da destinare alla ricerca sulla lotta al tumore al seno della Fondazione AIRC.

I biglietti per assistere a “ Il Talento della Malattia” e contribuire al sostegno dei ricercatori AIRC, sono disponibili online sul circuito Teatro Nazionale Genova e presso la biglietteria del Teatro.

Per ulteriori informazioni è possibile scrivere a: com.liguria@airc.it o visitare il sito ufficiale della Fondazione AIRC all’indirizzo AIRC.IT/area-stampa.

‘Orientamenti Tour 2022 Care’ al via da Sanremo, Cavo: “Raccontare ai giovani come ci si prende cura del talento”

Tutto pronto per la nuova edizione numero 72 del Festival di Sanremo, dal 1 al 5 febbraio: oggi il taglio del nastro di Casa Sanremo e il via alla prima tappa di “Orientamenti Tour 2022 Care“, l’evento dedicato alla formazione promosso dalla Regione Liguria per aiutare i ragazzi a scegliere il proprio percorso di studi o orientarsi nel mondo del lavoro. L’inaugurazione si è svolta alla presenza dell’assessore regionale alla Formazione Ilaria Cavo e dell’assessore al Lavoro e al Turismo Gianni Berrino. La manifestazione questa volta parte proprio dalla Città dei Fiori ed è rivolta alla scoperta dei mestieri, quest’anno con una prima tappa che inizia in parallelo al Festival di Sanremo: l’idea è quella di approfondire la conoscenza delle competenze che ruotano intorno al mondo dello spettacolo, sul palco e dietro le quinte, grazie all’esperienza di attori, scenografi, costumisti che parleranno con i giovani partecipanti. Il tour proseguirà per culminare con l’edizione 2022 del Salone Orientamenti di novembre. Tra i temi anche il digitale e il turismo. “Bisogna continuare a parlare ai giovani – spiega a Babboleo News l’assessore Ilaria Cavo – e raccontare come ci si prende cura dei talenti”.