Suq Festival, proseguono le iniziative sociali ed ecologiche. Cittadini sostenibili raccolgono 20 mila mozziconi in un’ora e mezza

GENOVA – 20 mila mozziconi nel giro di un’ora e mezza. È la quantità raccolta in Centro Storico da 20 volontari di Cittadini Sostenibili, l’associazione genovese impegnata nella promozione di comportamenti e scelte sostenibili. L’iniziativa, dal nome “Sfida del mozzicone“, è inserita nella vasta rassegna di attività, laboratori, spettacoli e concerti del Suq Festival, manifestazione che terrà banco al Porto Antico fino a domenica 23 giugno.

Dal sociale all’ecologia, il Suq è un palcoscenico multiculturale che dà voce alla diversità e alla bellezza della scoperta ma anche all’impegno civico ed etico dei cittadini, promuovendo buone pratiche a tutela dell’ambiente. “Ottimi gli eventi e le scelte ecologiche del Suq” – racconta Andrea Sbarbaro, presidente di Cittadini Sostenibili – “Anche quest’anno il Festival non ha consentito la vendita di bottigliette d’acqua monouso, nè di acqua in altri contenitori. Anzi, ha scelto di mantenere punti d’acqua gratuiti che, grazie alla collaborazione con Iren, sono anche aumentati“. Dal 2019, il Suq è Plastic Free. Infatti, prima di entrare in fiera ci si imbatte in un cartello che invita a portarsi dietro la propria borraccia o bottiglietta, in modo da ridurre l’uso di oggetti monouso. “È uno degli unici Festival al Porto Antico che ha adottato questa tecnica” – specifica Sbarbaro. Il messaggio è ‘rinunciamo ai rifiuti’.

Un piccolo gesto capace di diventare grande, se sposato dalla collettività intera. “Tutti noi possiamo essere cittadini sostenibili“. Per questo motivo, l’associazione ha messo a disposizione, sul suo sito, il “Kit Attivismo“, una lista di consigli per diventare cittadini consapevoli che si prendono cura del loro territorio. Tra questi, l’uso delle piattaforme “SegnalaCi” e “Proponiti” del Comune di Genova, le quali le segnalazioni e i suggerimenti dei cittadini. Sbarbato fa qualche esempio: “Un tombino intasato, un lampione rotto, un cassonetto mal funzionante o un veicolo abbandonato“. C’è anche chi concretizza quotidianamente il suo impegno civico, prendendosi cura di un pezzo di città, ad esempio “adottando” un’aiuola o uno spazio verde.

E a proposito di spazi da proteggere, proprio questa sera – 21 giugno – al Suq Festival si terrà il panel “La vittoria storica delle anziane per il clima“. “Quando si pensa all’ambiente, vengono in mente Greta Thunberg e i giovanissimi” – spiega Sbarbato – “Stavolta le protagoniste sono 2300 donne, quasi tutte over 70”. L’associazione Anziane per il clima ha vinto una causa contro la Svizzera, per inadempienza rispetto alla crisi climatica, presso la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo. La sentenza segna un punto di svolta sotto molti profili e rappresenta una pietra miliare in materia di diritti umani e giustizia climatica.

Sempre nell’ambito del Suq Festival, Cittadini Sostenibili e la Collina dei Conigli, associazione per il recupero di animali da laboratorio, lavorano ad una guida volta a rispondere alla domanda: “Cosa fare a Genova quando si trova un animale in difficoltà?“. Trovarsi in una situazione di emergenza che vede vittima un animale, selvatico o domestico che sia, può non essere di facile gestione, soprattutto se mancano le informazioni adeguate, ad esempio l’autorità da chiamare in questi casi. La guida sarà disponibile online nelle prossime settimane.

Intanto, la 26esima edizione del Suq Festival continua a tener banco, qui il programma degli ultimi appuntamenti.

Ascolta l’intervista completa ad Andrea Sbarbaro, presidente di Cittadini Sostenibili, su Radio Babboleo.