Giornata mondiale della voce, dalla cura alle buone pratiche: il punto con l’esperta

Si celebra oggi, 16 aprile, la giornata mondiale della voce, istituita nel 1999 dall’American Academy of Otolaryngology-Head and Neck Surgery (AAO-HNS),
questa giornata non solo celebra la voce umana ma si impegna anche a promuovere il prendersi cura del più importante strumento di comunicazione umano.

Veicolo di emozione e fulcro della comunicazione, ancora troppo spesso la sua importanza viene sottovalutata.

“Bisogna prendersene cura, capire cosa può nuocere e cosa può favorire la nostra voce” – racconta ai microfoni di Radio Babboleo la logopedista Jessica Rizzitano, consigliere commissione di albo dei logopedisti dell’ordine delle professioni sanitarie tecniche delle province di Genova, Imperia e Savona – “evitare il fumo di sigaretta o parlare in un luogo molto ampio e caotico dove un innalzamento del volume avviene spesso in maniera scorretta e preludio di difficoltà se prolungato nel tempo”.

Proprio di salute della voce nei luoghi di lavoro si parla oggi a Genova, dove la Commissione di albo dei Logopedisti ha organizzato in collaborazione con Asl3 un workshop dal titolo “Diamo voce al benessere e benessere alla voce“, all’interno del progetto WHP.

Numerosi i consigli per preservare e curare la nostra voce: “fondamentale l’idratazione: dal bere tanta acqua, all’esercizio della garzina imbevuta d’acqua e posta sotto il naso. Respirando le goccioline d’acqua vanno direttamente sulle corde vocali idratandole” – continua Jessica Rizzitano – “poi ci sono esercizi più specifici dedicati a respirazione e volume da eseguire affiancati ad un professionista”.

Ascolta qui l’intervista integrale