“Fantozzi. Una tragedia” per la prima volta a teatro la maschera di Paolo Villaggio – Babboleo

“Fantozzi. Una tragedia” per la prima volta a teatro la maschera di Paolo Villaggio

Condividi questo Post

Un’impresa titanica per il direttore del Teatro Nazionale di Genova Davide Livermore e “Fantozzi”, l’attore Gianni Fantoni che portano per la prima volta a teatro le avventure e disavventure di Fantozzi, in scena in prima assoluta al Teatro Ivo Chiesa dal 30 gennaio al 11 febbraio in un adattamento curato insieme ad Andrea Porcheddu e Carlo Sciaccaluga.

Quattro atti esilaranti suddivisi in maniera tematica, più coro ed epilogo, “Fantozzi. Una tragedia” si basa sui primi tre libri che Paolo Villaggio ha dedicato al celebre ragioniere che come mai nessuno prima ha rappresentato le contraddizione e i paradossi della società italiana, ma – allo stesso tempo – ha segnato in modo indelebile l’immaginario collettivo e persino il linguaggio. Dalla partita di tennis nel nebbione mattutino, alla scena del campeggio a quella in cui si prepara per andare in ufficio sul filo dei secondi, beve il caffè bollente della Pina e prende l’autobus lanciandosi dal terrazzino, gli spettatori potranno così rivivere le scene rimaste impresse nella memoria collettiva.

Si ride della nostra resistenza alla sconfitta eterna attraverso Fantozzi, che diventa un eroe tragico, la vera maschera della nuova commedia dell’arte e portarlo in teatro in qualche modo regala i crismi definitivi al fatto di essere replicabile e interpretabile. Paolo Villaggio ci ha regalato questo” -racconta il regista Davide Livermore – “Un momento storico per la cultura italiana“.

Solo un matto poteva mettersi prima a chiedere a Paolo Villaggio a cedergli i diritti per far Fantozzi in teatro e poi a cercare interpretarlo in una maniera completamente inedita, per la prima volta distaccandosi dal suo creatore e unico interprete” – racconta l’attore Gianni Fantoni, che nella sua carriera più volte ha incrociato Villaggio, a partire dalla sua incredibile capacità di ricostruirne la voce – “Ancora attuale per l’archetipo del perdente, dello sfruttato. Purtroppo la società è molto peggiorata in questo perchè Fantozzi aveva una casa di proprietà, una famiglia stabile, riusciva ad andare in vacanza e una pensione garantita. Adesso tutta roba da fantascienza“.

“Fantozzi. Una tragedia” è anche la realizzazione del sogno di Fantoni che ha cercato per anni di portare Fantozzi a teatro, come ha raccontato con ironia nel suo libro “Operazione Fantozzi” in uscita il prossimo 5 febbraio. “Nei corso di circa 40 anni sono passato da pubblico a fan, poi imitatore e infine erede” – racconta – “Questa volta però non un’imitazione, ma una reinterpretazione. Un’aggiunta di sentimenti che restituisce la profondità necessaria per raccontarlo e farlo vivere ancora”.

Accanto a Fantozzi ritroviamo Pina, Mariangela, i colleghi Filini, Calboni, la signorina Silvani, la contessa Serbelloni Mazzanti Vien dal Mare e altri memorabili personaggi interpretati da Paolo Cresta, Cristiano Dessì, Lorenzo Fontana, Rossana Gay, Marcello Gravina, Simonetta Guarino, Ludovica Iannetti e Valentina Virando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo