Capodanno cinese: anche Genova pronta a festeggiare l’anno del Drago – Babboleo

Capodanno cinese: anche Genova pronta a festeggiare l’anno del Drago

Condividi questo Post

Domani – sabato 10 febbraio 2024 – l’apertura di un nuovo anno lunare che da il benvenuto all’anno del Drago, nella cultura cinese da sempre simbolo di potere, forza e fortuna. Festeggiamenti anche a Genova per il Capodanno Cinese o Festa di Primavera organizzati dall’Università di Genova in collaborazione con il Museo d’Arte orientale E. Chiossone.

Una passione in comune per l’Asia Orientale quella della responsabile scientifica del progetto Giovanna Puppin – docente Unige di Lingue e letterature della Cina e dell’Asia sud-orientale presso il Dipartimento di lingue e culture moderne – e la direttrice del Museo d’arte orientale Chiossone di Genova Aurora Canepari, che hanno avviato una collaborazione per portare in città i festeggiamenti tradizionali di questa celebrazione cinese. Nel progetto anche la docente di lingua italiana presso il centro studi italiani di Genova – Christelle Giavarini – che ogni anno accoglie numerosi studenti cinesi del progetto Marco Polo per aiutarli nelle iscrizioni a corsi di studio.

Molti gli studenti cinesi a Genova che non tornano a casa per questa festività che abbiamo così deciso di portare in città” – racconta la responsabile scientifica del progetto Giovanna Puppin ai microfoni di Radio Babboleo.

Una giornata ricca di eventi:
ore 10 – la Danza del Leone eseguita dagli allievi del CIDAO – centro divulgazione arti orientali di Genova;
ore 10,45 – un primo percorso tematico guidato a cura di Aurora Canepari e degli studenti di lingua cultura cinese del Dipartimento di lingue e culture moderne. A seguire, una presentazione su tradizioni e simboli del Capodanno Cinese nella pubblicità cinese a cura di Giovanna Puppin. A chiudere la mattinata la recita di una nota poesia di capodanno di Wang Anshi a cura dei bambini dell’Associazione culturale Chang Cheng di Genova.
ore 14 – secondo percorso tematico guidato
ore 15 – “Il drago e il divenire stagionale nel pensiero cinese” a cura di Massimiliano Cabella, cultore della materia presso il Dipartimento di antichità, filosofia e storia – DAFIST di Unige;
ore 16,30 – la Danza del Drago, a cura do CIDAO, tra rulli di tamburo e passi acrobatici per concludere la giornata di festeggiamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo