Centro per non subire violenza: “fondamentale il sostegno di tutti” – Babboleo

Centro per non subire violenza: “fondamentale il sostegno di tutti”

Condividi questo Post

Oltre 400 richieste d’aiuto all’anno per il centro per non subire violenza di Via Cairoli a Genova

I percorsi di fuoriuscita dalla violenza richiedono un’equipe multidisciplinare composta da avvocati, psicologhe, councelor, educatrici ma anche l’attivazione di servizi come la consulenza legale civile e penale, notarile, lo sportello di orientamento al lavoro, il laboratorio di teatro terapia, il sostegno psicologico e l’inserimento nelle case rifugio ad indirizzo segreto negli alloggi verso l’autonomia” – racconta ai microfoni di Radio Babboleo Chiara Panero, coordinatrice del Centro per non subire violenza – “tutti servizi gratuiti, ma è fondamentale il sostegno di tutti anche attraverso il versamento del 5 per mille a favore del centro“.

Quasi 200 richieste d’aiuto solo in questo 2024 per il centro genovese presente anche a Recco e con due sportelli antiviolenza ad Arenzano e Cogoleto. “Dati costanti con un aumento delle giovani ragazze che si rivolgono al centro e una complessità dei casi, che richiedono così un’equipe multidisciplinare per affrontare ogni aspetto che purtroppo la violenza contamina”.

Contatta lo 010 2461716 per il primo appuntamento con il centro per condividere insieme il percorso da fare”.

Dona il tuo 5permille al “Centro per non subire violenza”
CF: 95060250107

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo