“Libro bianco sulle priorità infrastrutturali della Liguria”: ecco le 10 opere urgenti – Babboleo

“Libro bianco sulle priorità infrastrutturali della Liguria”: ecco le 10 opere urgenti

Condividi questo Post

10 opere fondamentali per far uscire la Liguria dalla condizione di isolamento rispetto al resto dell’Italia. Questo quanto mostra la nuova edizione del “Libro Bianco sulle priorità infrastrutturali della Liguria“, presentato dal Viceministro dei trasporti e infrastrutture Edoardo Rixi e realizzato da Camera di commercio di Genova e Camera di commercio Riviere di Liguria, con il supporto tecnico di Uniontrasporti.

10 opere urgenti che rispondono a tre macro-obiettivi:
– migliorare le connessioni autostradali e la viabilità secondaria alleggerendo le reti attuali;
– potenziare le connessioni ferroviarie a servizio della mobilità di merci e passeggeri;
– ampliare gli spazi portuali, con la possibilità di effettuare uno shift modale efficace.

Al primo obiettivo rispondono la realizzazione della Gronda di Genova, la costruzione del tunnel subportuale, il nuovo collegamento stradale costa-entroterra attraverso il tunnel Val Fontanabuona e la realizzazione della bretella Carcare-Predosa.

Funzionali al raggiungimento del secondo macro-obiettivo sono invece il completamento della linea ferroviaria pontremolese, il potenziamento delle linee merci Savona-Torino e Savona-Alessandria, il raddoppio della linea ferroviaria Genova-Ventimiglia nella tratta Andora-Finale Ligure e la realizzazione del Terzo Valico dei Giovi.

Infine, nel terzo obiettivo rientrano la costruzione della Nuova Diga Foranea presso il porto di Genova e la realizzazione dell’Autoparco, un insieme di aree di sosta attrezzate per l’autotrasporto.

“Il primo Libro Bianco delle infrastrutture è nato a Genova due anni dopo il crollo del Ponte Morandi, poi si è allargato alla Liguria ed è stato adottato anche in altre regioni d’Italia – ha commentato Luigi Attanasio, il presidente della Camera di CommercioGrazie a strumenti come questo, il sistema camerale può essere più incisivo nel rappresentare al governo i fabbisogni imprenditoriali e logistici delle imprese”.

Novità di questa edizione del “Libro Bianco” sono gli indicatori di performance territoriali (KPI), individuati rispetto alle infrastrutture digitali, energetiche e di trasporto e logistica, che misurano lo scarto di ciascun territorio provinciale rispetto alla media nazionale. I KPI posizionano la Liguria al quinto posto tra le regioni italiane e confermano l’eccellenza del nostro sistema portuale, che vede le province di Genova, Savona e La Spezia nella top 10 nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più...

Condividi questo Post

Babboleo ti Premia!

Buon cibo, escursioni, abbigliamento, cura della casa e della persona, servizi di tutti i generi: ogni settimana Babboleo mette a tua disposizione decine di offerte esclusive.

Accedi alle offerte, è GRATIS!

Hai una storia da raccontare?

Segnalaci le storie della Liguria che rendono unica la nostra terra

giornalisti radio babboleo